NewsLetter
5.png
 

L'uomo deve tornare a Dio

 
 

L'umanità ha un urgente bisogno: ritornare a Dio


La creazione di Adamo - Particolare (Michelangelo)

Gli Psichiatri: l'uomo ha bisogno di qualcuno per liberarsi dal male. La Bibbia: quel qualcuno è Gesù Cristo


di Giuseppe Scaravilli


Nel 2001, dopo i fatti delle Torri Gemelle a New York, il Dr. Maurizio Nicolosi, primario di psichiatria presso l’ASP di Catania in un’intervista ha commentato quel dramma, l’ansia dovuta alle notizie di venti di guerra, di incertezze, apprensioni, dichiarando al giornalista: “La morte, la distruttività, l’annientamento, sono il tema dominante - e poi ha ribadito - questi eventi nefasti sono incarnati da individui liberi nel pensiero, nel sentimento, nell’azione”. Ha poi aggiunto: “Forse allora, bisogna riconoscere che c’è bisogno di qualcuno che possa aiutare l’uomo a liberarsi dal male, a perseguire il bene, a mantenere vivi la speranza e il desiderio di felicità”.


Nel 2011, dopo i fatti traumatici avvenuti nell’Africa del Nord (Egitto, Tunisia, Libia) e che continuano in Siria e nello Yemen, dopo gli avvenimenti di instabilità economico-sociale in Europa (Grecia, Italia), dopo aver assistito alle tremende alluvioni in Toscana, in Liguria, in Sicilia, si è giunti a constatare per l’ennesima volta l’impotenza dell’uomo ad affrontare tali eventi.


Nel mese di Novembre 2011 in un’altra intervista televisiva, il Prof. Vittorino Andreoli, docente universitario di psichiatria e scrittore, ha dichiarato: “nella collettività, nei consessi locali, per affrontare le apprensioni, le ansie, le paure causate da questi eventi nefasti, c’è il bisogno assoluto di qualcuno che possa aiutare l’uomo a farlo ritornare: al rispetto per la natura e per l’ambiente, ai valori portanti e stabili e al rispetto dell’altro, del vicino di casa, etc.”.


C’è bisogno di qualcuno, ecco il dramma dell’uomo.


Invano l’uomo si affanna  a cercare il campione (l’uomo del destino) che possa togliere le apprensioni, le incertezze, le paure, e pilotare le genti a perseguire il bene, a mantenere vivi la speranza e il desiderio di felicità. Invano la società, abiurando le sue responsabilità, delega qualcuno (psichiatra, sociologo, antropologo, politico) che possa plasmare le apprensioni, le incertezze, le instabilità che vengono scatenate dagli eventi che affliggono l’umanità intera.


Io mi permetto di proclamare che: “quel qualcuno che possa aiutare l’uomo” non solo c’è, ma è sempre esistito in quanto Egli è il Signore, Dio, l’Eterno, l’Iddio vero e vivente. Ed affermo con certezza che tutto quello che accade attorno a noi è dovuto al fatto che l’uomo ufficialmente è “pieno di conoscenza” sulle cose di Dio, parla di religione, magari frequenta una “denominazione religiosa”, ma non si cura di ritenere, cioè di mettere in pratica, la conoscenza di ciò che Dio vuole dall’uomo. Il Signore ancora oggi parla (Egli è quel qualcuno che possa aiutare l’uomo), nella Sua Parola (La Sacra Bibbia) è scritto:


“Cercate l’Eterno, mentre lo si può trovare; invocatelo, mentre è vicino, lasci l’empio la sua via, e l’uomo iniquo i suoi pensieri: e si converta all’Eterno che avrà pietà di lui, e al nostro Dio che è largo nel perdonare.” (Isaia 55:6-7)


Ed ancora:


“Poiché Io so i pensieri che medito per voi, dice l’Eterno: pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza.” (Geremia 29:11)


“…torna a Me perché Io ti ho riscattato.” (Isaia 44:22)


Un bisogno di ritornare a Dio che deve essere soddisfatto al più presto, senza indugiare. Gesù ha detto:


“Bisogna che nasciate di nuovo” (Giovanni 3:7)


“Poiché Iddio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo Unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16)


Ecco ciò che Dio ha fatto per noi (per l’umanità), ha dato il Suo figlio Gesù Cristo e Lui si è immolato sulla croce e ci ha riscattati col Suo Sangue (I Pietro 1:18-21) e ci ha riconciliati con Dio (II Corinzi 5:18-20).


È vero, l’uomo ha bisogno di qualcuno che lo possa aiutare a liberarsi dal male, a perseguire il bene ed a mantenere vivi la speranza e il desiderio di felicità.


Questo qualcuno c’è ed è Gesù Cristo che DIO ci ha donato affinché per mezzo di Lui possiamo avere pensieri di pace e non di male.

 
 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information